“Ciao Ever,

quella mattina tutto sembrò normale come al solito,ma appena mi svegliai mi ricordai che quel giorno dovevi sottoporti ad un banalissimo intervento di routine,contando appunto di rivederti di lì a poche ore. La sera non ti salutai nemmeno. Invece improvvisamente tutto cambiò: in pochi attimi ci crollò il mondo addosso perché quella mattina, che era incominciata come tutte le altre, ricevemmo la più brutta e inaspettata notizia della nostra vita: la notizia che te ne eri andata per sempre a causa dell’anestesia. Noi tutti, piangemmo, ma ancora non potevo credere che la mia Ever,la mia eroina nonché la compagna di tante avventure era volata in cielo per sempre.

Cara Ever, non avevi neanche sei anni,ma in questo periodo ci hai donato l’amore. Quell’amore vero che solo gli animali speciali come te sanno dare. Mi hai aiutato ad uscire dalla depressione e dalla solitudine che si era creata dopo la morte del nonno e il tuo padrone l’hai reso orgoglioso fino al giorno prima facendo una straordinaria ricerca in superficie.
Addio Ever, non sarai mai dimenticata!
La tua famiglia con Neve e Mila.”

A questa testimonianza toccante della giovane Laura V., amica e compagna di Unica for ever MdF, aggiungo una riflessione: Non è certo la prima volta che cani, in ottima salute e nel pieno della vitalità, restano vittime dell’anestesia. E spesso a causa di interventi non atti a salvare loro la vita, come l’asportazione di una piccola ciste, o la lastra ufficiale alle anche, o la ribattitura di un tatuaggio che era diventato illegibile. E in questo caso al dolore dei proprietari si aggiunge un senso di colpa, per l’inutilità di quella morte.
L’anestesia è una cosa molto seria che nessun veterinario dovrebbe sottovalutare, né dare per scontata la propria esperienza,
Liliana

 

© DAL 2001 AD OGGI - La Maschera di Ferro