RAPPORTO SOCIETA' ANIMALI - Riflessioni...

"I grandi monoteismi del Libro non hanno mai considerato seriamente il problema dell’animale, fratello e compagno dell’uomo nelle sue sofferenze e nei suoi diritti Il trionfalismo antropocentrico della Genesi, aggravato in seguito dall’animale –macchina del cartesianesimo- spiega abbastanza il nostro atteggiamento attuale nei confronti delle bestie. [....] siamo costretti ad ammetterlo ,la Chiesa e la teologia cristiana hanno massicciamente ignorato il problema animale e rifiutato di scoprire la sofferenza inflitta dall’uomo alle sue concreature."

Theodore Monod, "Lo Smeraldo dei Garamanti" Ed. It. Bollati-Boringhieri 2003


Ogni anno, solo in Italia,più di 974.000 animali vengono utilizzati per prove di laboratorio e quindi fatti morire dopo atroci sofferenze.

Ogni anno 2.000.000 di cani e gatti detenuti in condizioni spaventose sono privati di ogni elementare diritto: alcuni di essi sono randagi, altri vengono allevati solo per rubare loro la pelliccia che, sotto strani nomi di fantasia andrà ad incrementare il mercato di colletti e cappotti in pelo.

Ogni anno decine di milioni di mucche, vitelli, maiali,pecore,agnelli,cavalli,asini,polli e conigli percorrono migliaia di chilometri dai luoghi di provenienza a quelli dove saranno macellati.Il trasporto avviene tramite autocarri,per aereo, o via mare, la durata di un viaggio può essere superiore ai quattro giorni e le distanze arrivano ad oltre 2.500 chilometri. Non risulta che chi li trasporta si preoccupi di dar loro da bere.

Ogni anno 50.000 animali muoiono sfigurati da rossetti, intossicati da profumi,bruciati da creme.Eppure sono più di 8000 gli ingredienti a disposizione delle aziende di cosmetici e centinaia i metodi alternativi di ricerca.Nonostante ciò il divieto di vendita di cosmetici sperimentati su animali previsto per il 1998 da una Direttiva Europea, è stato posticipato e rischia di slittare ulteriormente.

Polli allevati in batteria illuminati perennemente da una luce che li inebetisce, vitelli la cui carenza di ferro li spinge a leccare le ringhiere dei box ora zincate per evitare anche il minimo apporto del minerale nella loro dieta, o che non possono dormire perché la catena di soli 30 centimetri non lo permette.

Foche massacrate a bastonate e scuoiate ancora vive perché qualche signora si crederà più bella o affascinante con addosso pelle e pelo di animali cacciati,intrappolati o privati della libertà : che scelta volgare indossare oggi pellicce quando tanti altri tessuti riparano altrettanto bene dal freddo.

Cani importati dai Paesi dell’Est, cuccioli strappati alle mamme e caricati in condizioni igieniche indecenti su furgoni, per rifornire alcuni negozi di animali o essere venduti a infami Fiere del cucciolo, e soppressi quando raggiungono un’età che li rende non più "commerciali".

Cagne fatte partorire a otto mesi, al fine di venderne i cuccioli .

Cani e cavalli picchiati e seviziati da addestratori incapaci ed incompetenti.

Questo è il rapporto che la nostra società è riuscita a stabilire con il mondo animale: non c’è da esserne fieri!

Liliana Berruto 18.10.2004